slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3

FESTA DEL PATRONO - Anno 2016

Fratelli carissimi,

l'Anno della Misericordia indetto da Papa Francesco non è una proposta passeggera, ma l'invito a rileggere e fondare tutta la Rivelazione alla luce e sulla roccia della misericordia del Padre.

Tutta la Bibbia sin dall'inizio parla di "Dio misericordioso e pietoso, lento all'ira e ricco di amore e di fedeltà" (Es. 34,6) fino alle Lettere di Paolo che presenta il Padre "ricco di misericordia" (Ef. 2,4).

Dio infatti non solo è Padre di misericordia, ma si fa intenerire da un atto di Misericordia. Scrive il Manzoni mettendo nella bocca di Lucia le parole: <Dio perdona tante cose per un'opera di misericordia> ( I Promessi Sposi cap. XXI).

Come non accogliere tanta ricchezza di vita interiore mentre celebriamo la solenne Festa del Santo Patrono, S. Antonio Abate.

Fare della misericordia la roccia salda su cui costruire la vita del credente è cogliere l'essenziale della fede, della speranza e della carità cristiana. Di queste virtù il nostro santo Patrono è testimone forte e fedele con le sue scelte di vita.

Facciamo, dunque, della Festa al nostro Patrono una scuola di misericordia per rinnovare la nostra vita e la società tutta nella pace, nell'accoglienza e nella fraternità attenta e generosa.

Sac. Giovanni Condorelli, parroco